2012-11-07

LINEA NUDA. UNA VISIONE SCOMPOSTA



Venerdì 9 novembre alle ore 18.30 presso OLINDA ARCHITETTURA SOSTENIBILE in via Rocciamelone 12D (TO) inaugura la personale di Frederic Anderson: La linea nuda - una visione scomposta.


 
In occasione del primo compleanno lo studio Olinda ospita l’artista inglese Frederic Anderson presentando una selezione di opere inedite.
Frederic Anderson si laurea in arti grafiche presso The American college a Londra e da subito espone a Londra, Lussemburgo e in Grecia.
La sua ricerca artistica è in continua evoluzione pur seguendo però una direzione ben precisa che è quella della “linea”. L’osservazione della realtà è solo il punto di partenza per l’artista che in un groviglio di segni rappresenta ciò che vede denudato e allo stesso tempo ricco di particolari che prendono il sopravvento lasciando emergere appunto soprattutto la “linea”.
Nonostante Anderson sperimenti differenti tecniche, il disegno in ogni suo lavoro diventa il protagonista indiscusso creando una fitta trama nella quale tempo e spazio si fondono. Anderson parte dal presupposto che la natura è in continua evoluzione. Così la riproduzione di essa deve costantemente rinnovarsi e adattarsi al movimento incessante di piante e animali. Il risultato è un groviglio di linee intrecciate, una giustapposizione di diverse posizioni e movimenti. Anderson cerca una visione astratta: una ricerca di forme, una riflessione sul soggetto e sullo spazio che lo circonda. Le linee aggrovigliate sono quindi il risultato di un'incessante interrogazione sul corretto posizionamento del soggetto nello spazio. Questa ricerca pluridimensionale lo ha portato verso la scultura, dove animali e piante di filo di ferro divengono le repliche precise dei movimenti osservati: ogni riga è un filo, ogni filo una posizione e ogni posizione un movimento.
L’esposizione La linea nuda - una visione scomposta, curata da Emanuela Romano, comprende le ultimissime opere dove l’artista utilizza per la prima volta gli smalti su tela introducendo l’elemento della riflessione intesa sia in senso intimo riflessivo sia in senso visivo.
In mostra i temi cari all’artista, come cavalli, paesaggi e sculture, fanno da sfondo a una narrazione sensibile di pensieri e visioni astratte.